Growth Hackers: chi sono?

Curioso? Leggi anche:   Libri per startup
I Growth Hackers sono fra le figure professionali più richieste negli ultimi anni. Soprattutto in America, ma negli ultimi mesi anche in Europa, sono decisamente in crescita le assunzioni di questi professionisti.

Chi sono i Growth Hackers?

Growth Hackers (esperti di Growth Hacking) i cosiddetti “pirati o esperti della crescita” sono professionisti con un background multidisciplinare in online marketing, comunicazione e content management, social media management. Più in generale potremmo definire i Growth Hackers esperti di marketing online. Oltre a questo però è importante ricordare che tali professionisti sono in continua evoluzione, provano e testano molte tecniche e strategie di business per attirare clienti e generare il maggior numero di conversioni e azioni.

Cosa fanno i Growth Hackers?

Come abbiamo detto sopra, i Growth Hackers si occupano di crescita aziendale, dello sviluppo del business e della raccolta di nuovi clienti. Lo scopo principale consiste nell’utilizzare molte risorse online per attrarre il maggior numero di persone e trasformarli in utenti attivi. Fra gli strumenti piu’ importanti per i Growth Hackers troviamo i servizi di e-mail marketing come ad esempio Mailchimp, strumenti per creare landing pages come OptimizePress. Per i Social Netword suggeriamo BuzzSumo, AdEspresso e TweetDeck.

Growth Hackers

Dove lavorano i Growth Hackers?

I Growth Hackers lavorano principalmente nelle Startup e nelle piccole-medie imprese, dove c’è un forte e veloce bisogno di crescita, ma le risorse finanziare limitate non consentono di investire grandi somme nel marketing tradizionale.

Alcuni esempi? Sean Ellis, imprenditore, business angel ed esperto marketer di origine americana (nonchè ideatore del termine Growth Hacking) fu uno dei primi marketing manager di Dropbox e riuscì a far crescere il business di migliaia e migliaia di utenti utilizzando semplici trucchi e strategie non convenzionali.  

In questo articolo scopri le migliori strategie utilizzate da esperti Growth Hackers, LEGGI ORA!

Growth Hackers e grandi aziende?

Chi ha detto che i pirati non possano fare parte di una multinazionale o di portare nuove strategie in una grande azienda? Non solo le startup, ma anche le grandi imprese si rivolgono con maggiore frequenza ai Growth Hackers. In questi anni, i metodi di marketing tradizionale non sono più efficaci come una volta ed i  tagli ai budget interni sono all’ordine del giorno è fondamentale rivolgersi ad una figura esperta per cercare di ottenere di più, spendendo meno.

La solita fuffa? Non proprio! Davide Dattoli, cofondatore della rete di Coworking spaces e Incubatori Talent Garden (TAG) ha deciso di lanciare un master apposito per la formazione di queste figure professionali.

Come diventare Growth Hackers?

Recenti studi internazionali confermano che il lavoro dei Growth Hackers sara’ molto richiesto in futuro e in molti aspirano ad occupare queste posizioni. Sebbene questa figura professionale non sia ancora ben conosciuta in Italia, il salario medio di un Growth Hacker americano si aggira intorno agli 80.000 dollari l’anno!!

Di questa lacuna in Italia se n’e’ accorto Davide Dattoli che, molto sapientemente, ha istituito il primo master in Growth Hacking italiano. Di seguito trovi tutte le informazioni sul corso e sulle modalita’ di iscrizione. Pochi passi per diventare un Growth Hacker!

A chi si rivolge il Master in Growth Hacking?

Se hai esperienza in uno di questi settori: marketing, web development, dati, business o design e vuoi approfondire le tematiche legate al Growth Hacking, lean management, acquisizione e conversione dei clienti, allora il master è quello che fa per te!

Hai altre domande o vuoi scoprire di più sul Growth Hacking? Scrivimi qui sotto, aspetto i tuoi feedback!

Gianmaria Sbetta
Founder del sito growthhackingblog.it e sempre alla ricerca di nuove idee. Laureato in Innovazione e imprenditorialita’, mi occupo di marketing online presso l’incubatore tedesco STARTPLATZ a Colonia.
P.S: siate folli, siate pirati & growth hackers.

Scopri di più 😉

1 opinione riguardo a “Growth Hackers: chi sono?

  1. Pingback:Startup e growth hacking: 5 cose da sapere - Growth Hacking Italia ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *